Benefici

La Canapa, Natura benefica.

Tra le civiltà

Civiltà diverse, nel corso dei millenni, hanno notato e sfruttato le proprietà curative della Canapa.

Viene citata per le sue proprietà antinfiammatorie in uno dei più antichi testi di medicina, tradizionalmente datato intorno al 2700 a.C., nella Cina dell’Imperatore Shen Nung, e prescritta con finalità terapeutiche in Antico Egitto, come sembra indicare il Papiro di Ebers (intorno al 1550 a.C.).

Nel I sec. d.C., nella Roma di Nerone, Dioscoride (medico, botanico e farmacista greco, citato anche nella Divina commedia come uno gli “spiriti magni” del limbo), ne elenca proprietà farmacologiche e impieghi terapeutici nel suo De Materia Medica, trattato di farmacopea e botanica che rimarrà in uso per i successivi 1500 anni.

Alimento e medicamento

Secondo il botanico Hui-lin Li lo sviluppo precoce dell’uso medico della canapa in Cina è dovuto al fatto che ne venivano già usati i semi come alimento, per cui è stato naturale poi scoprirne le proprietà medicinali.

In effetti i semi di canapa vengono considerati un alimento proteico completo, in quanto contengono tutti gli amminoacidi essenziali (i mattoncini dai quali il nostro corpo costruisce le proteine utili al suo funzionamento).

Non solo ricostituenti

I semi di canapa svolgono anche un’attività antinfiammatoria, merito del contenuto bilanciato di acidi grassi omega 6 e omega 3 (in un rapporto di 3:1 che risulta ottimale per la regolazione delle attività metaboliche dell’organismo) e antiossidante per il contenuto vitaminico (soprattutto vitamina E e quelle del gruppo B).

Spremuto a freddo per mantenere inalterate le proprietà dei semi, l’olio di semi di canapa, da utilizzare a crudo come condimento o in ambito cosmetico come nutrimento per la pelle, risulta altrettanto ricco di acidi grassi essenziali.

La più brava della classe

La Canapa è benefica: cresce senza fertilizzanti o pesticidi e nel frattempo cattura quattro volte più CO2 rispetto agli alberi, svolgendo un’azione fertilizzante e fitodepuratrice per il terreno.

Non è finita qui: la Canapa è una risorsa, naturalissima, dai mille usi: come fibra tessile, fresca d’estate e calda d’inverno, efficace anche nel bloccare i raggi UV; come materiale edilizio, traspirante, antisettico e isolante termico e acustico; come fibra cartacea, più produttiva e meno inquinante della carta dal legno degli alberi; come biodiesel rinnovabile, a bassissimo impatto ambientale; ma anche mangime animale, imballaggio, vernice non tossica, bioplastica riciclabile, detergente ecologico.